Schede Attività

STANDARD E METODOLOGIE A SUPPORTO DI UN ICT “LIQUIDO”


Abstract


Negli anni la diffusione delle tecnologie distribuite per l’elaborazione dell’informazione e la moltiplicazione degli stakeholder hanno aperto scenari applicativi sempre più complessi. Contemporaneamente, la carenza di risorse economiche, che caratterizza l’attuale situazione nazionale ed europea in relazione sia al settore pubblico che a quello privato, ha indotto una forte razionalizzazione nella spesa e, di pari passo, la focalizzazione nelle attività core. Questo insieme di concause ha accelerato il ricorso all’esternalizzazione di servizi, processo che ha riguardato anche la Pubblica Amministrazione e in particolare l’Università. Il processo, di fatto, ha trasferito parte della complessità dall’ambito tecnologico a quello amministrativo-gestionale, moltiplicando i fornitori e le relazioni tra essi. Dal punto di vista infrastrutturale, poi, la “virtualizzazione” dei sistemi e il ricorso al Cloud Computing hanno ancor di più accentuato, per ogni progetto, la proliferazione dei soggetti coinvolti, il decentramento delle piattaforme e la delocalizzazione dei dati: l’ICT diviene inevitabilmente “liquido”. In questo scenario di profondo cambiamento, sia tecnologico che normativo, la governance può essere assicurata solo con il ricorso a standard internazionali e best practice.


Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici



Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.